ASPETTI EDUCATIVI ED ASPETTI PSICOMOTORI

1069278_504752796264232_1137977362_n

Che differenza c’è tra un’aspetto educativo e quello psicomotorio?

L’aspetto educativo considera l’azione che noi adulti possiamo fare nei confronti del bambino per fornirgli una pista di benessere oltre che di guida, che gli permetta nel corso della crescita di potersi integrare bene socialmente , non avendo disagi interiori nella dimensione del gruppo e nel nascere delle dinamiche delle relazioni.

Gli aspetti e l’osservazione psicomotoria invece, considera la causa interiore talvolta misteriosa che crea un disagio che si manifesta nel comportamento del bambino, nel momento in cui si deve adattare all’ambiente e alle richieste esterne.

Spesso il suo comportamento ci informa del fatto che sta vivendo interiormente delle insicurezze e che i continui capricci, diventino una manifestazione di un’ indecisione mal tollerata.

Ciò che risulta a mio parere, molto importante è non confondere i due piani, ma cercare sempre di decidere un atto educativo solo dopo aver osservato e considerato se i bambini ci stanno comunicando un disagio e da cosa questo può scaturire.

Una volta decisa la linea che ci sembra più idonea al fine di aiutare il bambino a rientrare in un comportamento che ci sembra esprima benessere, dobbiamo rimanere fedeli a noi stessi e mantenere questa posizione con fermezza e accoglienza delle emozioni che può far scaturire nel bambino, durante il passaggio potranno infatti insorgere diverse manifestazioni emotive, l’importante è riconoscerle, ma non farsi vincere da queste.