COME NASCE CAMPO ZOE’

logo_martaCAMPO ZOE’

ho scelto il nome Zoè , derivante dal greco, che significa

IL PRINCIPIO,

L’ESSENZA DELLA VITA,

CHE APPARTIENE IN COMUNE ALL’ UNIVERSALITA’ DI TUTTI GLI ESSERI,

CHE GERMINA EVOLUZIONE,

PER IL CONCETTO DI GERMINARE E

CHE LA VITA è SEMPRE IN CONTINUA ESPANSIONE!

Nasce dall’idea che tra noi e gli altri vi è uno spazio invisibile in cui passano notevoli contenuti veicolati dal linguaggio e dalla comunicazione, CAMPO ZOE’ considera gli aspetti del non detto, del linguaggio non verbale, di tutto ciò che agisce e che nasce nelle nostre profondità, CHE VIENE MANIFESTATO NELL’ESPRESSIONE DEL CORPO, DALLO SPAZIO GESTUALE, DALLA DANZA E DALLA MOTIVAZIONE A sentirsi, se pur inconsciamente appartenenti alla nostra specie.

Il campo è uno spazio e un tempo che si crea nei legami, nelle relazioni affettive, con gli altri, ma anche con l’ambiente fisico, gli oggetti, con cui instauriamo le relazioni. Il metodo di CAMPO ZOE’ orientato alla presa di consapevolezza, lavora sul mondo interiore e le parole per narrarlo, attraverso l’uso degli strumenti e dei materiali, grazie allo sviluppo delle competenze e dei talenti di ognuno.

 

 

Commenti chiusi