PREVENZIONE, RIEDUCAZIONE, RIABILITAZIONE, LOGOPEDIA

 

PSICOMOTRICITA’ E GRAFO-MOTRICITA’ con Marta Sebben

Prevenzione e pre-requisiti.

Nel lavoro sono molto importanti gli aspetti laboratoriali, in cui i bambini e le bambine possono approfondire, grazie alla capacità innata di esplorazione e di ricerca, contenuti interiori ed esercitarsi nelle loro capacità per sostenere la loro voglia di esprimersi. E’ dunque importante, sostenere il comportamento spontaneo e condurre i bimbi, perché loro possano apprendere nel migliore dei modi, gli strumenti per imparare, che una volta assimilati, sosterranno la crescita per sempre.

PER-CORSI IN PICCOLO GRUPPO

PICCOLI GRUPPI D’ARTE : 4-5 anni per lavorare sui pre-requisiti, per sostenere il passaggio dalla scuola dell’infanzia alla primaria e dai 5 ai 10 anni divisi per fasce d’età, per sostenere lo sviluppo delle competenze e dei talenti.

Disarmonie dello sviluppo e Disturbi Minori del Movimento, vengono trattate con efficacia ed attenzione, tenendo conto degli aspetti emotivi e creando una base solida dell’autostima e della fiducia nelle proprie capacità.

DISGRAFIE, DISORTOGRAFIE:  interventi individuali, per lavorare attraverso l’uso del linguaggio artistico, che permette di unire le rielaborazioni interiori, all’esercizio delle competenze grafiche e manuali,  creando un cammino per sostenere e sviluppare i pre-requisiti fondamentali.

Inoltre, l’uso degli strumenti artistici aiuta a veicolare emozioni di disagio, abbassando l’ansia e la frustrazione rispetto alla difficoltà’, creando uno spazio di inventiva e di assimilazione dei concetti cognitivi. L’importanza di rieducare alla scrittura e al segno, attraverso l’esperienza del movimento e dei materiali artistici, permette di far emergere da sé, soluzioni adeguate a sostegno dell’apprendimento e delle competenze scolastiche.

 

INTERVENTI INDIVIDUALI con Marta Sebben (psicomotricista)

Gli interventi individuali sono rivolti a tutti e a tutte le età, poiché attraverso il metodo è possibile approfondire tematiche interiori relative alla propria crescita, o a quella dei propri figli.

Vengono proposti inizialmente quattro incontri, di osservazione psicomotoria, in cui poter mettere a fuoco i punti di forza e di fragilità dei bambini che si manifestano nel gruppo classe a livello comportamentale e nell’apprendimento, in una dimensione propria individuale.

Inoltre, è un lavoro che sostiene il bambino, parallelamente alla scuola, oltre che per elaborare contenuti ed emozioni, anche PER POTENZIARE A LIVELLO COGNITIVO, AUMENTARE ATTENZIONE E CONCENTRAZIONE.

I genitori, spesso osservando i figli durante la danza o esprimendo i loro dubbi sul comportamento dei bambini, mi chiedono di poterci incontrare in sede individuale, così da poter contestualizzare ciò che viene sentito come un problema o disagio e scegliere quale azione più mirata può aiutare ed alleviare il bambino, di conseguenza, anche i genitori.

Un esempio importante può essere l’insicurezza che manifesta il bambino, o l’ansia o l’eccessiva” timidezza, lavorando individualmente, il bambino si sente seriamente considerato e può, in un clima rilassato, rilasciare tensioni e ansie legate alla prestazione o ad emozioni sconosciute molto dirompenti. Gli interventi individuali forniscono il materiale che permette l’elaborazione del disagio, anche lieve, così da poter vivere più serenamente la dinamiche di gruppo.

QUESTO SERVIZIO SOSTIENE LA CRESCITA, HA VALORE PREVENTIVO ED EDUCATIVO, E’ DI PROMOZIONE  ALLE CAPACITA’ PSICOMOTORIE, PER UN’ARMONIA DELLA CRESCITA E DELLO SVILUPPO. INOLTRE, PROMUOVE LA STIMOLAZIONE ALLA RIFLESSIONE E ALL’INDAGINE INTERIORE.

 E’ RIVOLTO:

*agli adulti, che vogliono rielaborare vissuti e trovare un linguaggio per raccontarsi.

*alle famiglie, per creare percorsi di crescita concordati e per creare confronto scambio e dialogo.

*ai bambini che:

-PASSANO DA UN GIOCO ALL’ALTRO IN MODO CAOTICO E DISORDINATO, CHE VARIANO IN CONTINUAZIONE I GIOCHI A DISPOSIZIONE,

-O CHE NON SI FERMANO SU NULLA IN PARTICOLARE E SI MUOVONO CONTINUAMENTE,

-CHE SEMBRANO POCO INTERESSATI AGLI OGGETTI, AI GIOCHI PROPOSTI,

-CHE TENDONO A LAMENTARSI IN CONTINUAZIONE E CHE ESPRIMONO VOGLIA DI ALLONTANARSI DAL CONTESTO,

-BAMBINI POCO COMUNICATIVI E DISINTERESSATI ALLA RELAZIONE CON I COETANEI,

-BAMBINI MOLTO VERBOSI O MOLTO ZITTI,

-BAMBINI IMPACCIATI, BAMBINI MOLTO ESUBERANTI,

-BAMBINI CHE SEMBRANO LENTI AD IMPARARE E CHE HANNO SCARSA INIZIATIVA,

-BAMBINI CHE FANNO FATICA A STACCARSI DALLA MAMMA.

GLI INCONTRI INDIVIDUALI SERVONO:

  • A POTENZIARE LA MOTIVAZIONE, LE COMPETENZE SENSORIALI E PERCETTIVE

  • SVILUPPARE E CREDERE NEL PROPRIO POTENZIALE

  • POTENZIAR E CREDERE NEL PROPRIO PROCESSO DI ESPLORAZIONE DELL’AMBIENTE

  • SVILUPPARE UN BUON PROCESSO CREATIVO, UTLIZZANDO ASPETTI DI INTELLIGENZA

  • PROMUOVERE LA COMUNICAZIONE ATTRAVERSO COMPETENZE COGNITIVE ED INTUITIVE, UTILIZZANDO L’ESPRESSIONE CORPOREA, ARTISTICA DEL LINGUAGGIO NON VERBALE E VERBALE.

  • POTENZIARE L’ATTENZIONE LA CONCENTRAZIONE E LA MEMORIA

  • FACILITARE L’APPRENDIMENTO

  • ARMONIZZARE LA CRESCITA AFFETTIVA E RELAZIONALE.

Grazie al gioco e all’utilizzo di risorse artistiche e creative che sono naturalmente in ognuno di noi, vengono creati percorsi mirati con l’obiettivo di far emergere le capacità per conoscere ed esprimere se stessi per essere felici di sé e del proprio operato.

COLLOQUI PER I GENITORI, SENZA LA PRESENZA DEI LORO BIMBI.

INTERVENTI INDIVIDUALI CON I BIMBI.

SU APPUNTAMENTO :  Marta Sebben 3336196266

 

LA LOGOPEDIA IN ETA’ EVOLUTIVA

La logopedia (dalle parole greche logos “discorso” e paideia “educazione”) è una branca della medicina che si occupa della cura, della riabilitazione, dell’educazione, della rieducazione e della prevenzione delle patologie della voce, del linguaggio scritto e orale e della comunicazione in eta’ evolutiva, adulta e geriatrica.

Inoltre, si occupa di tutti quei disturbi cognitivi che hanno a che fare con la comunicazione, come la memoria e l’apprendimento.

Viene richiesta una valutazione logopedia quando:

  • vi è alterazione della voce, del linguaggio e della comunicazione (disfonia,disfagia,disartria e deglutizione deviata, labiopalatoschisi, disodie, difficoltà di linguaggio legati alla sordità, balbuzie);

  • alterazione neuro-psicologiche: afasie, aprassia,agnosia, ritardi dello sviluppo del linguaggio, disturbi dell’apprendimento, dislessia, ritardi mentali, disturbi dell’attenzione, disturbo specifico del linguaggio.

  • alterazione postulare.

A Campo Zoè viene offerta la possibilità di valutazioni, consulenze e terapie logopediche individuali. Uno degli aspetti fondamentali dell’età evolutiva è che la prevenzione può davvero aiutare i bambini in tenera età così da non creare patologie del linguaggio in fasi successive della crescita.

Un aspetto legato alla capacità di esprimersi e di conoscere le proprie emozioni è infatti, il linguaggio verbale, che da forza agli aspetti gestuali e che contemporaneamente cominciano ad avere una traccia d’identità visibile al bambino negli aspetti grafici.

Il lavoro è integrato in modo tale che i bambini possano sviluppare le proprie capacità in modo armonico.

I commenti sono chiusi